27 settembre 2010

Documenti e Visti necessari per Europa!!!

Documenti e Visti necessari per Europa!!!

Passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio
Visto di ingresso: non necessario per cittadini dei Paesi dell'Unione Europea in possesso di carta d'identità e previo pagamento della tassa di ingresso

Necessario viaggiare sempre con un documento di riconoscimento valido (passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio).
Visto: non richiesto

Passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio : è necessario viaggiare con uno dei due documenti non scaduti.
L'Austria fa parte dello "spazio Schengen". I cittadini italiani, quindi, in possesso di un documento d'identità in corso di validità (passaporto o carta d'identità), non ne subiscono il controllo nei viaggi tra Italia ed Austria o altri Paesi dello Schengen.
Visto : non necessario

Passaporto / carta d'identità: nei Paesi UE si viaggia con un documento di riconoscimento non scaduto, passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio
Visto d'ingresso: nessuno.

Passaporto: necessario
Visto di ingresso: necessario, da richiedersi all'Ambasciata bielorussa in Roma, oppure presso un'altra Rappresentanza Diplomatica o Consolare della Repubblica di Belarus. E' prevista anche la possibilità di richiedere il rilascio di un visto d'ingresso (per motivo di turismo, affari, transito) presso l'aeroporto internazionale "Minsk", ma a condizioni specifiche per le quali si consiglia di contattare in anticipo l'Ambasciata della Repubblica di Belarus a Roma.
E' obbligatorio il visto di transito per il Belarus per tutti i cittadini stranieri in possesso di visto di altri Paesi della CSI che attraversano il territorio bielorusso per raggiungere il Paese di destinazione finale.
Al momento dell'ingresso in Belarus è richiesta la compilazione e la presentazione della "Carta Migratoria". La registrazione del soggiorno degli stranieri presso l'OVIR (Ufficio Visti e Permessi) è obbligatoria per gli stranieri che si trattengono in Belarus più di 48 ore. La registrazione in questione deve essere fatta nei primi tre giorni di permanenza. Per gli stranieri che risiedono in albergo, l'amministrazione dell'hotel si incarica degli adempimenti di registrazione dei propri ospiti stranieri.

Passaporto/carta d'identità valida per l'espatrio: è necessario viaggiare con uno dei due documenti non scaduti. Tuttavia, essendo talvolta necessario fare scalo in Paesi terzi rispetto all'UE, si consiglia di viaggiare muniti di passaporto.
Per coloro che intendono giungere in macchina in Bosnia Erzegovina, si ricorda che la “Carta verde” per la copertura assicurativa è accettata anche sul territorio bosniaco.

Passaporto o carta d'Identità valida per l'espatrio : necessari
Le Autorità bulgare hanno decretato che i cittadini dei Paesi membri dell'UE, dei Paesi dello Spazio Economico Europeo nonché della Federazione Svizzera, possono transitare e permanere in Bulgaria fino ad un massimo di 90 giorni all'interno di un semestre, con la sola Carta d'Identità valida per l'espatrio (o passaporto).
Visto d'ingresso: nessuno

E' necessario viaggiare con un documento di riconoscimento non scaduto (passaporto o carta d'identità valida per l'espatrio).
VISTO: ai cittadini italiani non è richiesto il visto per turismo (per soggiorni non superiori ai 90 giorni). Entro 48 ore dall'ingresso in Croazia, i turisti debbono registrare la propria presenza presso i locali organi di polizia. Questa procedura è solitamente svolta dalle strutture alberghiere. Qualora si alloggi presso privati, si consiglia di accertarsi che il proprio ospite abbia provveduto alla registrazione.

E' necessario viaggiare con uno dei citati documenti, in corso di validità
Visto: non necessario per soggiorni inferiori a
tre mesi.

Un documento di riconoscimento non scaduto (Passaporto o Carta d'identità valida per l'espatrio).
Visto di ingresso: non richiesto per turismo seguito dell'Accordo stipulato fra l'Italia e l'Estonia il 01/02/1999 i cittadini italiani possono recarsi in Estonia senza necessità di Visto per motivi di turismo, affari o missioni ufficiali, per un periodo massimo di 90 giorni usufruibili nell'arco di 6 mesi calendari a partire dalla data del primo ingresso.

Facendo la Finlandia parte dell'area Schengen non è richiesto il passaporto, ma si raccomanda vivamente in ogni caso di portare con sé un documento (carta d'identità o passaporto) per l'identificazione, necessaria sia per le compagnie aeree sia per l'utilizzo delle carte di credito.

Passaporto/carta d'identità valida per l'espatrio: necessari
Visto: non necessario. Per permanenze superiori ai tre mesi occorre ottenere il "permesso di soggiorno" dalla competente Prefettura francese

Carta d'identità o passaporto ( entrambi validi)

Passaporto o la carta d'identità non scaduti
visto: non richiesto

Passaporto/carta d'identità valida per l'espatrio
Visto di ingresso: non necessario

Passaporto/carta d'identità : dal 2001 l'Islanda fa parte dell'area Schengen. I cittadini italiani devono essere comunque muniti di passaporto o di carta d'identità (valida per l'espatrio) validi per tutto il periodo di permanenza in Islanda.
Visto d'ingresso : non richiesto

Passaporto/carta d’identità: Con l'entrata del Paese nell'area Schengen, dalla fine di marzo 2008 sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali.
I connazionali devono viaggiare comunque con un documento di riconoscimento non scaduto (Passaporto o Carta d'identità valida per l'espatrio).
Visto: dal 1° maggio 2004, i cittadini dell’Unione Europea possono entrare senza necessità di visto nel territorio della Repubblica di Lettonia

Passaporto/ carta d’identità valida per l’espatrio: è necessario viaggiare con uno dei documenti di riconoscimento , in corso di validità.
Visto: non necessario

Con l'entrata del Paese nell'area Schengen, dalla fine di marzo 2008 sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali.
I connazionali devono viaggiare comunque con un documento di riconoscimento non scaduto (Passaporto o Carta d'identità valida per l'espatrio).
Visto d'ingresso: non necessario

Carta d'identità o passaporto in corso di validità.
Visto: non richiesto

Passaporto/Carta d’identità: uno dei due documenti in corso di validità .
Avvertenze: si fa presente a coloro che dal Paese volessero entrare in Serbia che le Autorità di Belgrado hanno deciso di consentire l’ingresso a chi ha sul passaporto il timbro “Repubblica del Kosovo” solo previo annullamento di quest’ultimo.
Visti di ingresso: ai cittadini italiani non è richiesto il visto d'ingresso per turismo, purché il soggiorno non superi i 3 mesi. Il visitatore deve recarsi, entro 3 giorni dall'arrivo, presso l’'ufficio immigrazione del Ministero degli Interni e comunicare l'indirizzo di residenza temporanea (albergo o eventuale indirizzo presso privati)

Passaporto o carta d’identità in corso di validità.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali.
Visto: necessario solo per i soggiorni superiori ai 90 giorni

Passaporto: necessario con validità residua di almeno 6 mesi
Visti di ingresso: dal 1 gennaio 2007 non è più richiesto per i cittadini dei Paesi dell’UE il visto per turismo. Altri tipi di visto (lavoro, studio ecc..) vanno richiesti al Consolato della Rep. Moldova a Roma (Via Montebello, 8.Tel 06-47824400).

Passaporto o Carta d'identità
Visto: non richiesto

Passaporto o Carta d’identità valida per l’espatrio.
I cittadini dei Paesi dell'UE possono entrare in Montenegro con la sola “carta d’identità” valida per l’espatrio, o in alternativa il “passaporto”, e soggiornarvi fino a 90 giorni. Per soggiorni superiori ai 90 giorni, è necessario recarsi alla stazione di polizia più vicina per l’eventuale estensione del soggiorno, che deve essere motivato e sostanziato da concreti motivi.
Nessun altro documento di riconoscimento o di identità, comunque denominato, è valido per l’ingresso in Montenegro.
Per varcare il confine con la Serbia o il Kosovo è necessario il passaporto così come in caso di scalo aereo a Belgrado.
Per coloro che si recano in Montenegro in auto dall’Italia per via terra lungo la direttrice stradale adriatica costiera della Croazia, occorre essere muniti dei documenti necessari per attraversare la Croazia e – per alcuni itinerari stradali – la Bosnia Erzegovina
Visto : non è necessario il visto turistico per i cittadini italiani

Passaporto/carta d’identità: dal 2001 la Norvegia fa parte dei Paesi dell'area Schengen. I documenti di viaggio e di riconoscimento accettati sono il passaporto oppure la carta d’identità valida per l’espatrio. In alcuni casi (transazioni bancarie, bonifici, etc.) è obbligatorio esibire il passaporto.
Visto d’ingresso: non richiesto

PASSAPORTO/CARTA D'IDENTITÀ: è richiesto il passaporto in corso di validità, oppure la carta d'identità valida per l'espatrio. È necessario essere sempre dotati di uno dei documenti validi per essere identificati su eventuale richiesta da parte delle forze di polizia locali.
VISTO: non è richiesto

Passaporto o carta d’identità in corso di validità.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali.
Se si desidera soggiornare in Polonia per più di 90 giorni è necessario registrare il soggiorno presso l’Ufficio del Voivoda (Ufficio di Prefettura della Polonia su struttura regionale), verificando che i documenti (passaporto o carta d’identità) siano validi per l'intero periodo del soggiorno.

Passaporto/carta d’identità: passaporto o carta d'identità (valida per l’espatrio) in corso di validità.
Visto d’ingresso: non necessario

Passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio: è necessario viaggiare con uno dei documenti (passaporto o carta d’identità) che sia in corso di validità.
Visto d’ingresso: non necessario per i cittadini italiani e dei Paesi UE. E’ invece necessario per la maggior parte dei cittadini non-UE, anche se regolarmente residenti in Italia, dato che il Regno Unito non aderisce all’area di libera circolazione Schengen.

Passaporto o carta d’identità in corso di validità.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri e aeroportuali.
Visti di ingresso: nessuna tipologia di visto è prevista per l’ingresso in Repubblica Ceca (Paese facente parte dell’EU).

Se il soggiorno previsto non supera i 90 giorni, è sufficiente viaggiare con Carta d’Identità o Passaporto in corso di validità.
Per permanenze superiori ai 90 giorni e’ necessario richiedere il permesso di soggiorno all’Autorita’ per Stranieri che dipende dal Ministero dell’Interno romeno.
Visti di ingresso: non richiesto

Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese
E’ bene richiamare l’attenzione sul fatto che i passaporti devono essere sempre tenuti in ottime condizioni al fine di non rischiare che le autorità russe facciano rilievi che potrebbero comportare il rifiuto di ingresso nel Paese.
Visto di ingresso: obbligatorio (si raccomanda vivamente di non arrivare in Russia sprovvisti di visto poiché "in loco" è impossibile regolarizzare la propria posizione nei confronti delle Autorità locali, con conseguente respingimento alla frontiera e ritorno in Italia a proprie spese e previo pagamento di una forte multa). All'ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione. Per il rilascio ed informazioni specifiche sui vari tipi di visto, rivolgersi direttamente agli Uffici diplomatico-consolari russi presenti in Italia. Prima di ottenere il visto d’ingresso , si consiglia di verificare lo stato d’uso del passaporto, poiché le Autorità di frontiera possono negare l’ingresso del Paese ai possessori di passaporti eccessivamente deteriorati (per il pericolo di contraffazione).
Portare sempre con sé il passaporto ed il visto d'ingresso. Entro i primi 3 giorni lavorativi, il passaporto deve essere vidimato dall’Ufficio del Servizio Federale di Immigrazione (UFMS, nuova denominazione del tradizionale OVIR), in base alla nuova procedura di registrazione degli stranieri
Si consiglia di controllare che la data del volo di rientro in Italia sia fissata entro il periodo di validità del visto. Ottenere una proroga del visto o un visto di uscita dal Paese risulta, infatti, molto difficile e comporta comunque il pagamento di una multa piuttosto elevata.

Passaporto o carta d'identità: necessario in corso di validità
Visto di ingresso: non richiesto

Passaporto/carta d’identità: i cittadini dei Paesi dell'Unione Europea devono essere muniti di passaporto in corso di validità. Non è sufficiente la carta d'identità anche se valida per l'espatrio.
Visto: non necessario per turismo per un periodo massimo di 90 giorni. Tutti gli stranieri hanno l’obbligo di registrarsi presso l’ufficio di polizia entro 48 ore dall’arrivo; viene talvolta effettuata una verifica della predetta registrazione al momento dell’uscita dal Paese. Nel caso in cui si pernotti in albergo, la registrazione viene effettuata automaticamente; se si è invece ospiti di privati è necessario recarsi all’Ufficio di Polizia di quartiere con il padrone di casa.
Avvertenze
Le Autorità della Serbia attribuiscono grande importanza al timbro d’entrata che viene apposto sul passaporto al momento dell’arrivo nel Paese; in assenza del timbro si potrebbe venire accusati di immigrazione illegale al momento dell’uscita. E’ opportuno, quindi, verificare quando si entra nel Paese che il timbro sia stato effettivamente apposto.
Permangono problemi ai confini tra Kosovo e Serbia: chi arriva direttamente in Kosovo non può poi entrare in Serbia direttamente; resta l’obbligo di uscire dal Kosovo attraverso un altro Paese confinante per poi poter accedere in Serbia.

Passaporto o carta d’identità valida per l'espatrio, in corso di validità.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali
Visto d’ingresso: non necessario. Qualora si desideri soggiornare in Slovacchia per più di 90 giorni e’ necessario registrarsi presso la Polizia per Stranieri (Policia pre Cudzincov) entro tre giorni dal proprio arrivo, verificando che i documenti (passaporto o carta d’identità) siano validi per l’intero periodo del soggiorno. La Polizia per Stranieri dispone sul territorio di vari uffici.

Passaporto o carta d’identità in corso di validità.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali. I visitatori devono comunque viaggiare con un documento di riconoscimento valido (passaporto o carta d’identità) da poter esibire in caso di richiesta.
Visti d’ingresso: non è necessario

I cittadini europei devono viaggiare con un documento : Carta d’Identità valida per l’espatrio o Passaporto
Visto : non richiesto

Passaporto/Carta d'identità valida per l'espatrio: necessari, con scadenza superiore al periodo di permanenza nel Paese.
Visto: non richiesto

Passaporto/carta d'identità valida per l'espatrio:necessari, in corso di validità.
Visto d'ingresso: non necessario

Passaporto necessario e con validità residua di almeno tre mesi al momento della partenza
Visto di ingresso: non necessario per soggiorni fino a 90 giorni. Per soggiorni di durata superiore bisogna rivolgersi direttamente agli uffici diplomatico/consolari dell’Ucraina in Italia.

Passaporto o carta d’identità in corso di validità.
Con l’entrata del Paese nell’area Schengen sono stati eliminati i controlli alle frontiere terrestri, marittime e aeroportuali.
Visto di ingresso: non necessario

Nessuno, libera circolazione.


Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...